IMAT 2023 - TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE

Nella settimana in cui è andato in scena il primo test di medicina in inglese del 2023, cogliamo l’occasione per parlare dell’International Medical Admission Testmeglio conosciuto come IMAT.

Le notizie sull’Esame Statale in lingua inglese per l’anno accademico 2023/2024 sono state finora scarne e piuttosto confuse, con fonti che parlavano di una cancellazione e altre di una riforma strutturale.

Ma cosa c’è di vero?

I dubbi sorti tra studenti e addetti a lavori derivano soprattutto dai cambiamenti in atto per il test di medicina in italiano, da quest’anno TOLC-MED, che ha mutato sostanzialmente la propria organizzazione e che vede due sessioni distinte ad aprile e luglio.

Inoltre, l’IMAT non ha ancora rilasciato alcun bando, alimentando i dubbi e le fake news in merito.

Per prima cosa, possiamo confermare che il test IMAT 2023 si farà, dato che una sua eventuale cancellazione sarebbe stata annunciata per tempo dal Ministero. Dalla carenza di comunicati possiamo inoltre dedurre che il periodo del test sarà simile agli anni precedenti, con le iscrizioni aperte dal mese di luglio e un unico appuntamento fissato per Settembre 2023.

STRUTTURA DELLA PROVA E ORGANIZZAZIONE

Venendo alla parte tecnica, ricordiamo che i quesiti dell’IMAT in Italia vengono redatti dal Ministero dell’Istruzione italiano su modello/copia di quello di Cambridge (Cambridge Assessment Admissions Testing), che proprio quest’anno ha annunciato per il 2024/2025 di ritirarsi dall’esecuzione di una serie di esami d’ammissione, tra cui i test BMAT (medicina), ENGAA (ingegneria), NSAA (scienze naturali) e TMUA (abilità matematiche).
Dall’anno accademico 2024/2025 in poi, le sette scuole di medicina del Regno Unito che utilizzano i test BMAT e tutti gli atenei di medicina e assistenza sanitaria in altri paesi metteranno a disposizione prove alternative.

Quali saranno le ripercussioni sull’Italia?

Per il 2023 i test di ammissione e le graduatorie rimarranno invariati. Come detto, la rivoluzione del Cambridge Assessment è prevista dal 2024, per cui gli studenti che vogliono tentare il test nel 2023 possono stare tranquilli.
In più, nonostante i cambiamenti promessi, l’indipendenza del Ministero dell’Istruzione italiano nella redazione della prova potrà garantire una certa fedeltà al passato, limitando le modifiche e promuovendo continuità anche dal 2024/2025 in poi.

La prova si dovrebbe tenere dunque in presenza (non online) in diversi test-centres sparsi per l’Italia. In attesa di ulteriori novità, vi consigliamo di tenere monitorato il sito web del MUR - che trovate in allegato – e il sito CISIA, che a giorni dovrebbe svelare le date d’iscrizione per i TOLC-MED e TOLC-VET di aprile e luglio.

Buono studio a tutti!

Notizie e comunicati stampa - MUR

CISIA NEWS 

  • Creato il .

La forza nei nostri numeri

95%

dei successi in medicina - italiano e inglese

85%

dei successi in medicina - italiano

40+

docenti Metodo Cordua

9,8/10

rating dai nostri allievi

Cordua srl
Piazza della Vittoria, 15
16121 Genova
P.I. 02597400999

010 589501
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Lavora con noi:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ufficio Stampa:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Download Brochure pdf
Domande frequenti


Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.